• 1
  • 2
  • 3
  • 4

Si chiude un 2016 di successo per il Royal Park I Roveri

Tra i risultati più importanti la conquista della Coppa Italia e il Campionato nazionale Ragazzi.
12 mesi ricchi di vittorie sportive: si chiude così il 2016 del Royal Park I Roveri di Torino.

Un anno di lavoro intenso che premia, ancora una volta, tutto il management e il team del Performance Center guidato da Donato Di Ponziano, con lo staff di professionisti tra cui spiccano i nomi di David Carvallo, Giuseppe Bertaina, Alberto Biglia, Alberto Brandi e Alberto Campanile.

Tra i risultati più importanti di quest’anno la conquista per la prima volta della Coppa Italia, che si aggiunge a un palmares già difficile da eguagliare, e la vittoria del Campionato nazionale Ragazzi “Silvio Marazza” da parte del giovane e promettente Pierfrancesco de Col. Un primato sia nazionale che regionale, con I Roveri in testa alla classifica dei Campionati piemontesi individuali maschili e femminili, che hanno visto primeggiare rispettivamente Carlo Casalegno e Carlotta Lanzi. Quattro medaglie d’oro a cui si aggiungono le tre d’argento conquistate nei Campionati a squadre Assoluti A1 maschile, grazie a Carlo Casalegno, Alessandro Aloi, Riccardo Leo, Takayuki Matsui e Zenjiro Matsui, nei Campionati a squadre Under 18 maschile “Trofeo Emilio Pallavicino”, con Riccardo Leo, Luca Pirollo, Lorenzo Bruzzone e Piefrancesco De Col, e nel Campionato nazionale Cadetti, sempre con De Col.

Non sono mancati anche i grandi eventi, come i Campionati internazionali maschili Agis, uno dei più importanti appuntamenti sportivi dedicati ai golfisti senior che a fine settembre ha visto a Torino otre 200 giocatori da 17 nazioni. Ma anche i riconoscimenti internazionali, con I Roveri giudicati miglior green d’Italia e medaglia d’argento europea per la miglior offerta culinaria nella classifica 2016 della World of Leading Golf, organizzazione che riunisce i club più noti e apprezzati di quasi 20 paesi.

Promozione di Natale

Durante le Feste Natalizie il Club sarà aperto!

Dal 26 dicembre all'8 gennaio, tutti i giorni ad eccezione del 31 che il Club rimarrà chiuso, green fee a 50 euro, con prenotazione tee time in segreteria.

Orario apartura servizi ore 10:00 (l'apertura del campo varierà in base alle condizione meteo)

Da Lunedi 9 a giovedi 12 Gennaio il Club rimarrà chiuso.

ORARI NATALE 2016

Il Royal Park I Roveri, miglior campo italiano per la Leading Golf

Medaglia d’argento anche per l’offerta culinaria tra i club più prestigiosi d’Europa.

Si è tenuta quest'anno in Spagna, al Golf Son Gual di Palma de Mallorca, la cerimonia di premiazione 2016 della World of Leading Golf, organizzazione internazionale che riunisce i club più noti e apprezzati in quasi 20 paesi europei, selezionati sulla base di severi criteri di qualità.

Nella classifica spicca come miglior green d’Italia il Royal Park I Roveri: il golf club di Torino, con i suoi percorsi firmati da architetti del calibro di Trent Jones, Hurzdan e Fry, si è posizionato al 12° posto della top list generale che vede in testa il Portogallo con il Monte Rei Golf & Country Club. Ai Roveri, che sorgono nella suggestiva cornice di una delle antiche residenze reali di caccia dei Savoia, è andata anche la medaglia d’argento europea per la miglior offerta culinaria, al secondo posto dopo il Golfclub Beuerbrug in Germania.

L’enogastronomia d’eccellenza della tradizione italiana, con il ristorante curato dallo chef Attilio Girello e da Patrizia Cerva, è una delle componenti più apprezzate del golf club di Torino, che lo scorso anno aveva già conquistato il prestigioso premio di “migliore impressione generale” proprio per la qualità dei percorsi e dell’ospitalità, abbinata alla bellezza di una location immersa nel cuore del Parco regionale della Mandria, ai piedi delle Alpi.

Sotto la severa lente di ingrandimento degli ispettori in incognito della World of Leading Golf ci sono, infatti, non solo il design e la cura dei percorsi, ma anche la qualità dei servizi offerti, l’ambiente e l’enogastronomia, fino al carisma nell’accoglienza da parte di ciascun club.

AttilioGirello_PatriziaCerva.jpg

Pro Am della Speranza 2016: raccolti 130.000 mila euro

Grande traguardo per la storica gara di golf organizzata a favore della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro giunta al 30° anno di attività.

La cifra raccolta in occasione dell’edizione 2016 della Pro Am della Speranza, storico torneo golfistico di charity a sostegno dell’Istituto di Candiolo – IRCCS (To), servirà a finanziare l’acquisto di un sistema di monitoraggio completo dei pazienti (investigation clinical oncology). Quest’anno, per il suo 30° anno di attività, la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro ha raggiunto un traguardo straordinario: 130.000 euro infatti i fondi raccolti durante la XVIII edizione della competizione, 10.000 euro in più rispetto allo scorso anno. L’evento è stato organizzato in collaborazione con Sadem - Gruppo Arriva, main partner dell’iniziativa.

Ad aggiudicarsi il primo posto nella classifica netta il team composto dal Pro Gian Vittorio Canonica e dagli amateur Attilio Boscolo, Enzo Rodella e Giorgio Dal Degan (con 133 colpi). Al vertice invece della classifica lorda la squadra capitanata dalla professionista Alessandra Braida insieme a Gloria Cravotto, Carlo Casalegno e Alessandro Aloi (138 colpi). Oltre a loro sono scesi sul green del Royal Park I Roveri di Torino, sede dell’evento per il quinto anno consecutivo, anche nomi di prestigio fra cui Edoardo Molinari e Andrea Agnelli insieme a più di 50 amateur e tante aziende sostenitrici. La raccolta non si è fermata sul green ma è proseguita durante la serata con una lotteria organizzata durante la cena di gala curata dallo chef stellato Davide Oldani, ideatore della “cucina pop”.

La Pro Am della Speranza nasce nel 1998 come manifestazione benefica che, attraverso il connubio di golf e solidarietà, ha come obiettivo primario la raccolta fondi per la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro – Onlus. Le risorse raccolte, circa 350.000 euro solo nelle ultime tre edizioni, hanno permesso la realizzazione della Seconda Torre della Ricerca e l’acquisto di alcune importanti apparecchiature tecnologiche dell’Istituto di Candiolo.

Qui la gallery della manifestazione: https://www.facebook.com/royalparkgolf/photos/?tab=album&album_id=1319272334769783

Ultime notizie

Si chiude un 2016 di successo per il Royal Park I Roveri

Si chiude un 2016 di successo per il Royal Park I Roveri

Approfondimenti
Promozione di Natale

Promozione di Natale

Approfondimenti
Il Royal Park I Roveri, miglior campo italiano per la Leading Golf

Il Royal Park I Roveri, miglior campo italiano per la Leading Golf

Approfondimenti

Partners

  • acqua-panna
  • between
  • cleveland
  • cnh
  • dott-nicola-farmacista
  • ds21
  • galileo
  • gobino
  • hublot
  • italiand
  • kappa
  • kitchenaind
  • lapresse
  • mediandmore
  • moglia
  • panasonic
  • pignatelli
  • pramerica
  • proviti
  • roleto
  • sadem
  • saint-vincent-resort-casino
  • san-pellegrino
  • sda
  • srixon
  • suzuki
  • technogym
  • unopiu
  • xxio

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner o cliccando su "Approvo" acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul link a fianco. Per saperne di piu'

Approvo