• 1
  • 2
  • 3

La volontà di sviluppare politiche sempre più sensibili al tema ambientale ha spinto il Royal Park I Roveri a riporre molta attenzione nella gestione dei suoi due percorsi.

Il segnale dei tempi che cambiano nei confronti del rispetto per la natura e della società stessa, è dimostrato dalla collaborazione che ormai i più importanti enti internazionali, quali lo European Tour e la PGA americana, hanno con progetti ed associazioni ambientali. La stessa Federazione Italiana Golf ha da alcuni anni istituito il riconoscimento dell'impegno ambientale “Impegnati nel Verde” , che vuole essere un primo gradino verso la sensibilizzazione alle tematiche ambientali nella gestione del circolo e dei percorsi di gioco.

A tal proposito abbiamo già iniziato il processo di certificazione per quanto riguarda tre dei quattro moduli disponibili, quali la gestione dell’acqua, l’attenzione alle biodiversità presenti sul territorio e l’aspetto paesaggistico. L’impegno e la determinazione nel portare avanti questo programma ci vedono attivi per la soddisfazione di tutti i requisiti richiesti.

Il fatto di essere siti all’interno del Parco Regionale “La Mandria” ha portato il Royal Park I Roveri ad adottare particolare attenzione nei confronti delle risorse idriche, delle energie rinnovabili e della gestione del patrimonio arboreo che dal 2008 risulta censito con lo scopo di monitorare lo stato del parco. Nelle molte aree non interessate dal gioco è stata lasciata crescere spontaneamente la vegetazione in modo da ricreare dei microhabitat per la sopravvivenza e la riproduzione di piccoli animali.

Il processo di valorizzazione ambientale è nato a livello internazionale negli anni '90 e rappresenta un approccio strutturato alla tematica, improntato alla sensibilizzazione ed alla sostenibilità dei campi da golf in tutto il mondo.

A tale scopo è nata GEO (Golf Environment Organization), organizzazione no profit che con il supporto dei maggiori enti a livello mondiale, lo European Tour e l’R&A in testa, si pone come massima istituzione nel campo della certificazione ambientale; la stessa Ryder Cup del 2010 disputatasi al Celtic Manor in Galles, si può vantare di aver ricevuto un riconoscimento in tal senso.

Il nostro Circolo, rispecchiandosi nei valori espressi da GEO ha aderito al progetto, ha cominciato la programmazione dei lavori ed il recupero delle informazioni necessarie e per questo è stata data la possibilità di comunicare il percorso intrapreso attraverso il logo “GEO On Course”.

Il golf in questo momento può essere la massima espressione del connubio tra sport, rispetto per la natura e business, ed il Royal Park I Roveri in tal senso può esserne considerato a pieno titolo un ottimo rappresentante.

È possibile scaricare da qui la relazione in merito alla Ricerca sulla Biodiversità condotta dalla Federazione Italiana Golf nell’anno 2013 (scheda Royal Park I Roveri a pagina 8).

Di seguito andiamo a presentare le varie specie di flora e fauna presenti sui nostri due percorsi, il Robert Trent Jones Sr. e il Pramerica Course.

Ultime notizie

Lunedì 27 marzo al Royal Park I Roveri, promozione green fee

Approfondimenti

Royal Park I Roveri, B2B Day 2017 al Saint - Vincent Resort & Casino

Approfondimenti

Il 74° Open d’Italia al Royal Park I Roveri dal 12 al 15 ottobre 2017

Approfondimenti

Partners

  • acqua-panna
  • between
  • cleveland
  • cnh
  • dott-nicola-farmacista
  • ds21
  • galileo
  • gobino
  • hublot
  • italiand
  • kappa
  • kitchenaind
  • lapresse
  • mediandmore
  • moglia
  • panasonic
  • pignatelli
  • pramerica
  • proviti
  • relaissanmaurizio
  • roleto
  • sadem
  • saint-vincent-resort-casino
  • san-pellegrino
  • sda
  • srixon
  • suzuki
  • technogym
  • unopiu
  • xxio

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner o cliccando su "Approvo" acconsenti all’utilizzo dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul link a fianco. Per saperne di piu'

Approvo